Hyde Park Gate News

Scrivere è il piacere profondo, essere letti quello superficiale

Contratto a termine fino a 36 mesi: cazzata o genialata?

Lascia un commento

precari-tregiorniDal 21 marzo 2014 sono entrate in vigore le nuove regole sul lavoro (il famoso jobs act):

Si consente la stipula di contratto di somministrazione di lavoro a tempo determinato senza l’obbligo di indicare le ragioni di carattere tecnico, produttivo, organizzativo o sostitutivo, che giustificano il termine. Si prevede, inoltre, la possibilità di instaurare contratti a termine fino ad un massimo di 36 mesi e di consentirne la proroga (nel limite di 36 mesi) fino ad un massimo di otto volte.

Devo dire che sono rimasto molto perplesso quando ho letto in cosa consiste questa misura: vuol dire veramente più flessibilità o significa – per l’ennesima volta – sempre più precarietà?
Subito dopo ho pensato che – chi ha preso questa decisione –  o è veramente incompetente, oppure sa qualcosa che io non so o non capisco. Si ma cosa?
Qui ho trovato una possibile risposta (poi, come sempre, la prova del nove la daranno i fatti):

“Con le norme precedenti – spiega Giuliano Poletti, ministro del lavoro – di fronte a questi rischi le imprese prendevano una via traversa, il contratto veniva interrotto sistematicamente dopo meno di un anno e si sostituiva una persona con un’altra. Io dico che ora il jobs act creerà occupazione perché è meglio avere persone che hanno la proroga del contratto per tutti i 36 mesi. Alla fine l’impresa, se sarà contenta, stabilizzerà il lavoratore. Se invece sono sei persone diverse con un contratto di sei mesi è più difficile che un lavoratore resti in azienda”.

In pratica, se ho capito bene, prima succedeva che dopo meno di un anno ti lasciavano a casa e ti sostituivano (facilmente, perchè avevi solo pochi mesi di esperienza) con un altra persona. Adesso, almeno dovrebbero tenerti per 36 mesi.
Ci sono quindi due pro:
1) Sei meno facilmente sostituibile, perchè hai 36 mesi di esperienza e rappresenti una piccola risorsa per la società per la quale hai lavorato.
2) Hai la “sicurezza” dello stipendio per 36 mesi che – per lo meno – è molto meglio che averla per soli 12 mesi.

Non so se è la trovata del secolo, però lo spero tanto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...